Ermenegildo Corsini

Scrittore

Scrivo per immaginare sogni


Ermenegildo Corsini è nato a Massa. Cresciuto in un ambiente musicale con il padre fisarmonicista ha sempre messo la musica al primo posto nei suoi interessi. Si è quindi diplomato in Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze e parallelamente inizia lo studio del canto con il mezzosoprano Clara Foti. Nel 1988 da inizio alla sua carriera musicale come Artista del Coro con la partecipazione al Festival Pucciniano di Torre del Lago per poi spostarsi al teatro comunale di Genova e successivamente a Firenze nel Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Ma una delle sue grandi passioni oltre alla musica è l’Arte e la sua meta più ambita Roma dove nel 1992 entra a far parte del Coro della Cappella Musicale Pontificia Sistina, il coro ufficiale delle celebrazioni papali. Rimane tuttavia molto legato alla sua terra natale dove con i consigli dell’amica e restauratrice Rosanna Tongiani comincia a cimentarsi nella pittura. Allestisce una prima mostra al granaio Borghese di Artena in provincia di Roma per poi proseguire in una importante personale a Bolsena. Nel 2016 decide di raccogliere tutte le sue esperienze di musicista e pittore scrivendo il libro “Ogni giorno alle quattro piove” edito da Cavinato Editore International, un’autobiografia “geografica” dove l’autore ripercorre i luoghi che sono stati fondamentali nel corso della propria vita. Recentemente il libro ha ricevuto il premio della critica nell’ambito del concorso letterario europeo "Massa, città fiabesca di mare e di marmo".

Con il secondo libro intitolato "Anche i fiammiferi costano" edito da Alterego Edizioni nella collana Scatole Parlanti, l’autore decide poi di staccarsi dalle proprie esperienze personali per cimentarsi in un libro di puro carattere letterario. Si tratta di una serie di racconti divisi in tre sezioni come viene specificato nella Premessa. Nei dieci racconti "a nervo scoperto" troviamo da un’ironia spesso esasperata e una sensibilità accentuata cui seguono tre racconti su Roma, città imprescindibile nella vita dell’autore e tre racconti sulle tipologia delle "persone". Il volume si conclude poi con il racconto lungo "Le storie di Guidoriccio" un’avventura surreale del personaggio Guidoriccio da Fogliano effigiato nel celebre affresco di Simone Martini nel Palazzo Pubblico di Siena. Sulla base del successo riscosso in particolare da questa storia l’autore sta lavorando al suo prossimo progetto consistente in una serie di racconti lunghi aventi come protagonisti personaggi o elementi tratti dalla Storia dell’Arte. Il volume sarà impreziosito da tavole illustrate dell’artista versiliese Bremas.